Tarsis

Immagine con le rune Algiz, Inguz e Sowulo che rendono rispettivamente, 
						fra le altre, le idee di Rinascita, Stirpe e Sole spirituali.

La Terra dei Lupi


Dar ragione d’una Via, riscoprendone l’origine, le tappe e i passaggi sino a giungere, dopo un lungo cammino, di nuovo prossimi all’Inizio. Dar Forma a un Sentiero che nasce dai Padri, con essi procede e attraversa, s’avanza e percorre sino a giungere a noi. Il Fuoco è lo stesso, di tappa in tappa, acceso dallo stesso ardore che dà corpo a una Stirpe stabilita a portar con sé la Coppa dell’Acqua dello Spirito. Che sia nei secoli, nei millenni o nella vita di un uomo la sostanza dei Passi non cambia e la direzione è quella, l’Antico Cammino dei Lupi nel loro aspetto e funzione di portatori della Tradizione, di fondatori di una Civiltà che né l’oro né il gioco né il lavoro aveva come fini. Ma come fine aveva la conoscenza dell’Uomo e del suo Compito, in questo e in ogni mondo.
E la Terra dei lupi è il luogo di partenza e il luogo di stabilimento della Tradizione che essi portano con sé in ogni dove essi si fermino a concepire la Forma del loro anelito posto a servizio dell’Uomo e della sua Conoscenza.
La Terra dei Lupi è frutto dell’incedere dell’Uomo nel mondo buio, sordo e cieco di un’umanità sempre più estranea al reale Fine dell’Esistenza. La Conoscenza di Sé che è l’Uomo nell’uomo, l’Atto supremo che nasce dalla nuda Potenza, dalla totale Ricezione dell’Ordine dello Spirito. E il Lupo è la Volontà dell’Uomo che tale Atto ha compiuto e che in grazia d’Esso porta il suo seme nel mondo e in ogni vita.
Questa raccolta di versi riporta la Testimonianza d’ordine metafisico spirituale e Tradizionale che passa sotto il nome di "Tarsis" alla sua Terra d’origine che in essa è simbolicamente chiamata "La Terra dei Lupi". Perché dove vi è un Fuoco che arde in cuori credenti che offrono al Cielo ciò che Esso ha loro donato, là vi è la Terra dei Lupi, memori del Segreto della reale natura dell’Uomo, memori di colui che è nemico di tale segreto e dello spirito vivente che lo cela in sé.
E’ a quel Lupo che difende l’uomo dal Nemico che lo minaccia da sempre che questa raccolta di versi è dedicata.

L'Aquila

Il Vecchio

L'Arca

La Parola

Il Lupo

L'Ariete

Una Voce

I Tre Rami

Il Tesoro

Il Filo

Il Sentiero

La Fede

La Sorte

Il Consesso

La Citta'

L'Inganno

Il Nemico

Il Sacrificio

La Terra

La Lupa

La Vittoria

La Promessa

I Padri

Il Giorno

Il Compito

I Lupi

Il Simbolo

Il Nodo

La Storia

L'Incontro

Le Torri

Il Capitano

La Lotta

La Dignita'

Il Vessillo

La Scelta

Gli Erranti

L'Orso

I Cugini

Le Tracce

Il Drago e il suo Alito sono soggetti al doppio significato dei simboli, positivo o negativo a seconda dei contesti storici, di civiltà, di gruppi umani e, in questo caso, dei versi.
In questi ultimi il Drago e il suo Alito assumono un significato positivo o negativo a seconda della concezione d’insieme nella quale sono inseriti. Nel primo aspetto, quello positivo, il Drago simboleggia quell’Uno che è “coincidenza degli opposti” e l’Alito è il suo Soffio o Parola, sempre salvifica, per chi la intende; nel secondo aspetto, quello negativo, identifica il Nemico dell’Uomo, il suo Oppressore o Avversario e il suo Veleno che è falsità, menzogna, inganno.
Nei versi di “Una Voce” è quest’ultimo aspetto che è messo in evidenza, in quelli de “La Terra” è invece il primo, quello positivo o “celeste”.
Nella raccolta de “La Terra dei Lupi” il lupo stesso, che sarebbe suscettibile anch’esso di avere un doppio senso, è visto sempre nel suo aspetto positivo e “celeste”, col significato e le qualità che sono state esposte all’inizio.


Orientamenti

La Tradizione

Il Vivente

Le Regole

Il Centro



26 febbraio 2019



Eugenio Tabano - 16 ottobre 1956. Ha stabilito il Centro Tarsis a Trieste all’inizio del 1990. Ha scritto I Fogli dell’Arca (1991), I Fogli di Salman (1994), I Fogli dei Quaranta (pubblicato da Il Murice, 2017), I Fogli della Lode (2018). E’ anche l’autore degli scritti che sono comparsi sul sito Tarsis (www.tarsis.it) dal 2012 ad oggi.


Eugenio Tabano - Via Diaz 21 - 34124 Trieste - Italia
Tel.+39 3475225441
posta@tarsis.it



Simboli di Tarsis


Rappresenta la Terra dei Lupi, che è la Terra dei Padri, che è la Terra dei Quaranta.


Immagine con le rune Algiz, Inguz e Sowulo che rendono rispettivamente, 
										fra le altre, le idee di Rinascita, Stirpe e Sole spirituali.

E’ composto dalle rune Algiz, Inguz e Sowulo che rendono rispettivamente, fra le altre, le idee di Rinascita, Stirpe e Sole spirituali.


Immagine con riprodotto quattro volte il Nome 'Ali in caratteri arabi
												stilizzati (calligrafia kufica)

Riproduce quattro volte il Nome 'Ali in calligrafia kufica.